I mezzi tempi non vi sono più

“…egli è pur certo che l’ordine antico delle stagioni par che vada pervertendosi. Qui in Italia è voce e querela comune che i mezzi tempi non vi sono più; e in questo smarrimento di confini, non vi è dubbio che il freddo acquista terreno…” Giacomo Leopardi

___________________________________________________

Le foto sono state scattate nelle prime ore di quattro mattine.

 

Gli stabilimenti balneari di Rimini, sotto la pallida luce di un sole di fine maggio che ancora fatica a scaldare, filtrata da nubi insistenti e a tratti più leggere, si preparano alla stagione estiva. C’è una nota quasi struggente nel prolungarsi dell’attesa che l’aria si faccia più dolce, che fa sembrare sospeso lo scorrere del tempo. Al mare piace parlare ancora da lontano.  Intorno, i segni di un lavoro dedito e attento, ed al contempo, nell’aria, l’energia incerta di qualcosa di incompiuto.
Rimini, 22 maggio 2019

_____________________________________________

The bathing establishments of Rimini, under the pale light of a late May sun that still struggles to heat, filtered by persistent clouds and at times lighter, prepare for the summer season. There is an almost poignant note in the prolongation of the expectation that the air becomes softer, which makes the passage of time seem suspended. The sea likes to talk still from afar. All around, the signs of a dedicated and careful work, and at the same time, in the air, the hesitating energy of something unfinished.
Rimini, May 22, 2019